philosophy and social criticism

Archive for ‘maggio 24th, 2018’

Traumi collettivi, Gibellina e Cretto di Burri. Una risposta a Massimo Recalcati

L’arte è certamente un valido strumento per alleviare il profondo senso di perdita delle persone, come dichiara Recalcati. Ma l’arte, intesa come singolo prodotto, non va confusa con il poter fare una esperienza artistica rigeneratrice, la quale si realizza in un processo relazionale profondamente radicato negli specifici contesti culturali. L’autrice, una psicologa torinese esperta in sostegno psicosociale in situazioni di emergenza, sottopone a discussione la teoria esposta da Recalcati, il quale sostiene in un recente articolo che l’arte può rappresentare il lutto collettivo senza operare mistificazioni e negare il dolore, come nel caso del Cretto di Burri a Gibellina (valle del Belice)