philosophy and social criticism

Archive for ‘agosto, 2018’

«The higher dimension is the more inclusive»

Per determinare il rapporto intercorrente fra umano e divino, spiega Victor Frankl, si può icorrere al paragone con la sezione aurea: la parte inferiore sta alla parte superiore, come la parte superiore sta al tutto: «the higher dimension is the more inclusive»

Prostituzione e storia

Fino a che punto ci si può mettere in vendita? Posso, sempre e comunque, disporre del mio corpo, di ogni suo organo? Se “io sono mio\mia”, perché dovrebbero esistere dei limiti alla possibilità di alienare una parte di me, anche, ad esempio, per mettere alla luce un bambino, destinato – dietro compenso – ad altri? Oggi è soprattutto il tema bruciante della “gestazione per altri” a far discutere, ma, sul fondo, resta sempre il dilemma legato alla prostituzione: lo scambio sesso-denaro può essere considerato come qualsiasi altra prestazione, anche in senso lavorativo?

Dove si nasconde la salute

“Che cosa significa la malattia per la medicina?” è la domanda che si pone, oggi, il sapere medico strumentale. “Che significato ha la malattia per il malato?” era, al contrario, la questione che interessava Victor von Weizsäcker. 

Gli zingari non esistono

Gli zingari – nome che contiene già in sé una incomprimibile disprezzo e una inevitabile diversità – sono allo stesso tempo vittime e criminali. Le loro mancanze (il loro essere “senza” e, in particolare, senza una origine) li hanno resi dei fantasmi, delle ombre eppure pesantissime