philosophy and social criticism

Archive for ‘agosto, 2018’

Figure del ponte

Il termine Pontos, da cui deriva la parola «ponte», designava, per la Grecia classica, al contrario di thalassa o pélagos, l’alto mare, l’ignoto del largo, lo spazio marino nel quale non si vedono le coste e che sembra confondersi, nelle notti senza luna né stelle, con il cielo scuro; il termine descrive anche il fondo marino, nel senso di un incommensurabile baratro

Ludocapitalismo e povertà: vivere e morire a Las Vegas

C’è un esercito di poveri, che affolla le notti di Las Vegas. Città dell’azzardo e del divertimento, ma anche della disperazione: qui tutto diventa spettacolo. Anche il dolore degli ultimi. Di loro, racconta il reportage firmato dal fotografo svizzero Christian Lutz

Ancora sull’egemonia di destra

È divenuto difficile difendere il Parlamento e la democrazia, contro il neofascismo che avanza. Per farlo occorre sottrarsi al benché minimo rimpianto per chi li ha ridotti in questo stato, compreso il Pd pre e post-Renzi

Guerra permanente in Libia. Intervista con Danilo Zolo

Secondo il giurista, la missione del 2011 nei confronti di Tripoli fu condotta in violazione del diritto internazionale generale. Oggi, che nuovi scenari di guerra sconvolgono la Libia e coinvolgono il nostro Paese, vogliamo ricordare Danilo Zolo con le sue parole (inascoltate, poiché profetiche)

«The higher dimension is the more inclusive»

Per determinare il rapporto intercorrente fra umano e divino, spiega Victor Frankl, si può icorrere al paragone con la sezione aurea: la parte inferiore sta alla parte superiore, come la parte superiore sta al tutto: «the higher dimension is the more inclusive»

Prostituzione e storia

Fino a che punto ci si può mettere in vendita? Posso, sempre e comunque, disporre del mio corpo, di ogni suo organo? Se “io sono mio\mia”, perché dovrebbero esistere dei limiti alla possibilità di alienare una parte di me, anche, ad esempio, per mettere alla luce un bambino, destinato – dietro compenso – ad altri? Oggi è soprattutto il tema bruciante della “gestazione per altri” a far discutere, ma, sul fondo, resta sempre il dilemma legato alla prostituzione: lo scambio sesso-denaro può essere considerato come qualsiasi altra prestazione, anche in senso lavorativo?

Dove si nasconde la salute

“Che cosa significa la malattia per la medicina?” è la domanda che si pone, oggi, il sapere medico strumentale. “Che significato ha la malattia per il malato?” era, al contrario, la questione che interessava Victor von Weizsäcker. 

Gli zingari non esistono

Gli zingari – nome che contiene già in sé una incomprimibile disprezzo e una inevitabile diversità – sono allo stesso tempo vittime e criminali. Le loro mancanze (il loro essere “senza” e, in particolare, senza una origine) li hanno resi dei fantasmi, delle ombre eppure pesantissime